Approvato il regolamento dei beni comuni

Download PDF

Approvato con voti unanimi, nella seduta consiliare del 20 novembre 2017, il “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la gestione e la rigenerazione in forma condivisa dei beni comuni urbani” diventa patrimonio della cittadinanza grottagliese.
Attraverso l’approvazione del Regolamento dei beni comuni cambia la visione della città e il concetto di “cittadino” a cui sino ad ora Grottaglie era abituata.
Da oggi non si è più spettatori passivi del cambiamento culturale e sociale della città ma si è cittadini attivi, attraverso l’adozione di luoghi fisici o di beni intangibili che appartengono al nostro territorio.
L’ultimo step sarà quello di istituire, attraverso il lavoro della prima Commissione Consiliare, alcuni passaggi amministrativi che potranno autorizzare l’adozione dei beni da parte dei cittadini e già dagli inizi del 2018 si potrà partire.
Il Sud in Movimento ritiene di fondamentale importanza l’adozione del regolamento, poiché costituisce un grande strumento di emancipazione che consentirà ai cittadini di rafforzare il senso di responsabilità e di comunità.
Adottare un bene significa accudirlo, migliorarlo, dando a tutti la possibilità di sentirlo come proprio, ma non solo, rappresenta anche un’azione di crescita individuale e dell’intera comunità.
Come movimento nutriamo forti aspettative rispetto alle proposte che arriveranno dai singoli cittadini o associati e per questo ci faremo promotori di una larga informazione e formazione di chiunque voglia adottare un bene o un valore.
Importantissima è stata la disponibilità della Rete bene comuni di Taranto e del suo referente Umberto Castaldo, che ha dimostrato forte impegno e disponibilità negli ultimi due anni affinché attraverso il giusto percorso partecipato l’Amministrazione D’Alò portasse in Consiglio Comunale il regolamento.
Sud in Movimento si dichiara disponibile a qualsiasi tipo di proposta e richiesta di approfondimento della tematica ed insieme alle associazioni grottagliesi presenti nella Rete beni comuni di Taranto, sarà parte attiva nel processo di attivazione.
Infine va fatto un plauso alla Coalizione Grottaglie ON per aver fortemente voluto l’adozione di questo strumento come anche all’intero consiglio comunale che ha saputo per primo lavorare all’unisono dimostrando, oltre ogni appartenenza politica, l’importanza di saper lavorare insieme per i beni comuni.